Ucraina, Russia: Accuse su nostro presunto cyber attacco a sito Poroshenko sono senza fondamento (17 mag 2017) – ilVelino/AGV NEWS

Peskov: Confermano orientamento russofobico di Kiev. Il sito del presidente da ieri è sotto attacco DDoS

Mosca, 12:26 – 17 maggio 2017 (AGV NEWS)

Le accuse da parte dell’Ucraina contro la Russia di organizzare un cyber attacco contro il sito internet del presidente Petro Poroshenko sono senza fondamento. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. “L’assenza di specifiche ancora una volta conferma l’assoluta infondatezza di tali accuse e, in base alle decisioni di ieri della parte ucraina, dimostra ancora una volta l’orientamento russofobico della politica di Kiev”, ha commentato ai giornalisti. Il vice capo dell’amministrazione presidenziale ucraina, Dmytro Shymkiv, ha deunciato che il sito di Poroshenko era stato oggetto di un attacco DDoS da martedì pomeriggio. E che questo era stato organizzato dai servizi internet Yandex e VKontakte, banditi da Poroshenko. Martedì, il presidente ucraino ha approvato la decisione del Consiglio di sicurezza nazionale e di difesa (NSDC) di espandere l’elenco delle persone e delle persone giuridiche russe sanzionate. La lista comprende 1.228 soggetti fisici e 468 giuridici. In particolare, Kiev ha imposto sanzioni su un certo numero di media russi. Il paese ha inoltre vietato l’accesso ai social network VKontakte, Odnoklassniki e Yandex e ai servizi di Mail.ru.

Accusations on the part of Ukraine against Russia of organizing a cyberattack on the website of Ukrainian President Petro Poroshenko are groundless, Kremlin spokesman Dmitry Peskov said Wednesday. “The absence of any specifics once again confirms the absolute groundlessness of such accusations. And against the backdrop of yesterday’s decisions of the Ukrainian side, once again demonstrates the rampant Russophobic orientation of Kiev’s policy,” Peskov told reporters. Ukrainian presidential administration deputy head Dmytro Shymkiv claimed Tuesday Poroshenko’s website had been subject to a DDoS attack from Tuesday afternoon organized from the Yandex and VKontakte internet services banned by Poroshenko. Earlier Tuesday, the Ukrainian president approved the decision of the National Security and Defense Council (NSDC) to expand the list of sanctioned Russian individuals and legal entities. The expanded list includes 1,228 individuals and 468 legal entities. In particular, Ukraine imposed sanctions on a number of Russian media. The country also banned access to social networks VKontakte, Odnoklassniki and Yandex and Mail.ru services.

2017-06-01T15:14:01+00:00 18 Maggio, 2017|Press|