Privacy, tra social e protezione dati

Con l’arrivo dei social aumenta il pericolo del furto di dati personali e sensibili. Ecco 5 alternative utile per proteggere la propria privacy

Privacy, i pericoli arrivano anche da Whats Up

La tutela della privacy

Il problema della tutela dei  dati sensibili garantendo la privacy del privato cittadino è divenuto più grave  con l’arrivo dei moderni social che stanno sempre più influenzando la nostra vita . Sono ,molti, infatti  i dati sensibili che rilasciamo sulle chat ogni giorno da cellulari a semplici appuntamenti per cena come accade ad esempio anche su WhatsApp. Oltre ai social poi si aggiungono i siti relativi ai servizi che quotidianamente possiamo utilizzare online come poste e banche. L’UE ha addirittura emanato il “Privacy by design and by default,un regolamento con lui le aziende sono tenute a monitorare la privacy dei lavoratori scegliendo autonomamente quale pratica adottare in base agli obblighi previsti da questo regolamento, come l’impossibilità di controllare i social di un candidato al momento dello screen del CV per tutelarne la sfera personale

Le alternative a WhatsApp

Visto che il tema della privacy, come già detto, è stato perfino oggetto di un provvedimento dell’UE, ci pare opportuno offrire dei consigli utili per tutelarsi anche al privato cittadino. Il veicolo con cui costantemente trasmettiamo dati ogni giorno sono senza dubbio i social tra cui il più usato e Whats Up. Ecco allora quali sono le migliori alternative secondo la Digitalguide di 1&1 a questo famoso sistema di messaggistica che tutelano la privacy dell’utente. La prima app di messaggistica utile è senza dubbio Telegram che, come WhatsApp presenta un sistema di crittografia end to end, ma in più ha anche un sistema di chat segrete e un’impostazione che prevede un sistema di autodistruzione dei messaggi che non essendo impostati su Cloud possono essere aperti solo sui dispositivi dove sono stati inviati e ricevuti. Sulla stessa lunghezza d’onda  WhatsApp sono senza dubbio le app Viper e Line che prevedono efficienti sistemi di chiamate e video chiamate locali con crittografia end to end. Infine per chi volesse un’app sicura per quanto concerne la privacy esiste Threema. Questa app a pagamento offre non solo un sistema di crittografia messaggi simile a WhatsApp, ma prevede la  cancellazione degli sms dal server dopo il loro invio. Inoltre, è possibile bloccare lo schermo con un pin per quanto concerne le chat private. Infine Threema cancella i metadati relativi ai messaggi inviati su chat costituendo perciò l’alternativa più valida a WhatsApp

2017-07-26T16:36:10+00:00 26 Luglio, 2017|Press|